BioWashBall, una bufala ?

Guardando stasera “Mi Manda RaiTre” sembrerebbe di si. Io l’ho comprata e non ho ancora provato a lavare qualcosa solo con acqua, proverò. Fatto sta che oggi in casa mia si usa meno detersivo, ma questo è un altro discorso.
Una puntata, quella di stasera, preparata nei minimi dettagli, piena di professori eccellenti. Dopo aver visto la trasmissione però mi resta qualche dubbio:

  1. come mai il Dott. Vianello ha avuto bisogno di specificare che tra i tre tipi di lavaggio c’era: “il miglior detersivo che vi sia in commercio: il Dash!” Il Dash ?!? E’ il miglior detersivo ? Anche questo è stato stabilito dal CNR ?
  2. l’odore dei panni: come mai non è stato preso in considerazione ?
    Lavando una maglietta sudata con la BioWashBall non si sente alcun odore, solo con l’acqua puzza!
  3. assodato che l’acqua lava, come mai non si fanno trasmissioni altrettanto preparate “a favore del pianeta” spiegando che forse i detersivi non sono così necessari?

Rimanendo in tema riporto qui di seguito un intervento (commento) ad un articolo di Attivissimo sulla BioWashBall.

Caro Paolo,
seguo con passione il tuo blog fin dai tempi in cui i tuoi articoli ricevevano si e no un paio di commenti. Sempre in silenzio, ma ora credo di poter dire la mia.
Il tuo è un lavoro prezioso che stimo e che continuerò a stimare ma proprio per questo preferirei continuare a leggere il Paolo di una volta, quello che si limitava a smascherare le bufale e che non si prendeva gioco di chi, in buona fede, cascava in qualche bufala.
A mio parere quindi il tuo finale: “Sarà interessante vedere cosa farà ora Beppe Grillo. Invocherà il complotto delle multinazionali e dei media asserviti al potere, oppure farà la persona seria e dirà “scusate, ho detto una cazzata monumentale, vi rimborso di tasca mia per tutte le Biowashball che vi ho fatto comperare”? potevi risparmiartelo.

E’ un commento superfluo che trova il tempo che trova. Un finale che mira a screditare una persona che comunque denuncia centinaia di fatti negativi e che, in virtù del semplice fatto che anch’esso è un essere umano, può prendere una cantonata. Come tu insegni le bufale vanno smascherate in onore della verità. Fatto ciò si è fatto il proprio dovere, ogni altro commento lo ritengo un’opinione personale, futile ai fini della bufala.

Per una persona che scrive un articolo al giorno da almeno tre anni credo che, il cadere in qualche (tre, come tu sottolinei) bufala, sia umano. A questo punto però, visto che il tuo prezioso contributo in rete mira a smascherare anche i complotti, ti chiedo: non è che per caso anche tu stai cadendo, senza accorgertene, in un tanto famigerato complotto anti-grillo ?
Pensaci, un tuo appassionato lettore.

Aggiornamento del 16/12/08

Altro commento sul blog di Attivissimo per il nuovo articolo:

Paolo, scusami, ma non capisco questo tuo insistere su fattori irrilevanti ai fini del funzionamento o meno della BioWashBall. Quando scrivi: “Come mai viene venduta a quasi quaranta euro, considerato che il costo all’ingrosso è, a quanto sta emergendo, circa un euro e mezzo?
Ma cosa c’entra ?! Non è un po’ OT ?
Ma quanti prodotti al giorno d’oggi vengono venduti ad un prezzo 30 volte superiore a quello di produzione ?
Non dirmi che la BioWashBall è l’unico esempio al mondo…

Ecco, come scrissi nel mio precedente commento, mi sembra che il tuo obiettivo sia ben diverso dallo smascherare la bufala della BioWashBall, ammesso che lo sia. In questa fase, in cui è ancora tutto da dimostrare, non sarebbe più corretto limitarsi ad analizzare il funzionamento dell’oggetto in questione?

[OT]: E’ incredibile quanto questa palla stia smuovendo le acque rispetto a tutto ciò che quotidianamente accade in questo paese alla deriva il cui popolo dorme sonni profondi…

Aggiornamento del 26/06/09

Ebbene, dopo molte polemiche scaturite in rete, dopo i test effettuati tra trasmissioni e da siti “antibufala”, dopo le controprove pubblicate in questo sito, la Biowashball ha avuto una menzione speciale al WT AWARD 2009 PREMIO ALL’INNOVAZIONE TECNOLOGICA.
Il Premio che vanta notevoli patrocini anche istituzionali, considera la BioWashBall come uno dei migliori prodotti a “innovazione tecnologica che migliora il benessere economico e sociale della comunità”.
Il premio viene assegnato da Well Tech.

[Via Biowashball su Facebook]

Un pensiero su “BioWashBall, una bufala ?

  1. Tony

    Salve a tutti, sono un tipo molto interessato all’argomento.
    Da questo video:
    http://it.youtube.com/watch?v=dlavLI4hEa8

    si puo’ vedere come le palline di ceramica contenute nella “biowashball”, sfregando tra loro, alterino il PH dell’acqua esattamente come fa il detersivo.
    Non credo che il video in questione sia una bufala.

    Saluti

I commenti sono chiusi.