Svezia, nasce il Partito dei Pirati

Rickard Falkvinge
(Rickard Falkvinge)

“Rickard Falkvinge, fondatore del Partito dei Pirati. Da chi è composto il Piratpartiet?
Nel Piratparitet abbiamo molti militanti giovani, ragazzi nati negli anni 70 e 80. I leader, invece, un po’ più grandi, sono persone che conoscono a fondo, e dall’interno, il mondo delle aziende informatiche.
I militanti sono giovani cresciuti con la tecnologia e perciò in grado di sfruttare al massimo tutte le potenzialità di Internet.
Sono ragazzi che denunciano come opprimente, soffocante, la costante opera di lobbyng di tutte quelle aziende che, appartenendo “al passato”, lavorano soltanto per preservare la propria posizione dominante sul mercato.
I nostri militanti sono persone che oggi dicono basta a questa situazione e stanno provando ad organizzarsi. Noi vogliamo dargli questa possibilità.”

Fonte: Generazione Idrogeno

Queste parole sono le prime di un’intervista molto interessante rilasciata da Rickard Falkvinge a Generazione Idrogeno, poi pubblicata anche da Punto Informatico.

Bravi Pirati!! Finalmente qualcuno ci crede…
Nel semplice e chiaro programma leggiamo:

  • Reform of copyright law
    Riforma della legge sul Copyright, attesa dal mondo del software ormai da troppo tempo. Iniziative che spaziano dal P2P all’abolizione di ogni sistema DRM.
  • An abolished patent system
    Abolizione dei brevetti software, anche questa una grossa spada di Damocle che pende sulle teste del mondo IT. Un sistema che darebbe un grosso vantaggio alle multinazionali, un sistema da abolire!
  • Respect for the right to privacy
    Rispetto per i diritti alla Privacy. Diritti fino ad ora regolamentati male, in maniera poco incisiva e soprattutto NON rispettati da nessuno.

Punti su cui si dibatte ampiamente in tutta Europa senza però tenere minimamente in considerazione le esigenze degli utenti della rete e le richieste di chi nel settore IT ci lavora sul serio, dal punto di vista tecnico e non commerciale.

Piratpartiet logo

Forza pirati !!!